Intervento chirurgico piede piatto pediatrico

Posted on

Se al contrario, il problema è il piede troppo piatto, si ricorre alla correzione con una vite in materiale riassorbibile che dopo alcuni anni scompare dai tessuti del piede.

RICERCA SINTOMO SINTOMI RANDOM MALATTIE RANDOM Il piede piatto è una malformazione caratterizzata dall’abbassamento della volta longitudinale (o arco plantare) e dalla valgo-pronazione del calcagno. Possibili conseguenze del piede piatto comprendono alluce valgo, dita a martello, fasciti plantari, metatarsalgie, tendinopatie (soprattutto a carico del tendine del muscolo tibiale posteriore), artrosi e crollo della volta plantare. Il trattamento del piede piatto prevede l’utilizzo di ortesi e plantari correttivi (nei bambini) e compensativi (negli adulti). In caso di piede piatto grave o dolente che non beneficia del trattamento con plantari entro i 12-13 anni è necessario intervenire chirurgicamente per correggere la deformità. Poiché l’anatomia del piede piatto riconosce un interessamento muscolo-tendineo e capsulo-legamentoso, l’atto chirurgico prevede interventi sulle strutture scheletriche e talora anche sulle strutture tendinee e capsulo-legamentose. Molto raramente nell’adolescente, quasi sempre nel piede piatto dell’adulto, è necessario invece eseguire interventi più complessi quali osteotomia di calcagno e artrodesi. La correzione chirurgica del piede piatto consiste in un intervento che permette di correggere definitivamente la ‘malformazione’. Se la volta plantare antero-posteriore è molto bassa o inesistente si parlerà di piede piatto, esistono quattro gradi di piattismo in base alla gravità della deformità. Per i plantari dell’adulto ( piede cavo, piede piatto, piede calcagno valgo, talalgie, metatarsalgie, fasciti plantari, tendiniti etc,) la nostra preferenza va al metodo Walkable, il

Deformità del piede; piede valgo abbassato, piede piatto, piede traverso, piede cavo

  • Liberazione plantare secondo Steindler: disinserzione della fascia plantare e dei muscoli inseriti al calcagno per detendere le strutture plantari;
  • Trasposizione tendinee per restaurare il bilanciamento muscolare, es. intervento di Jones.

Altra alterazione che può associarsi e contribuire alla deformità del piede piatto è lo spostamento laterale, o abduzione, delle ossa dell’avampiede.

Il piede piatto indica una determinata conformazione del piede caratterizzata dall’abbassamento o dal completo appiattimento della volta plantare mediale e dalla pronazione associata a valgismo del retropiede. Il più delle volte il piede piatto nel bambino è asintomatico e i bimbi vengono visitati da un ortopedico per patologie concomitanti diverse. A volte, il piede piatto può causare deformità in valgismo dell’alluce dando vita al così detto “alluce valgo giovanile”. La storia del trattamento del piede piatto dei bambini è fatta di plantari correttivi e calzature ortopediche. PIEDE PIATTO VALGO Con il termine piede piatto si intende un abbassamento della volta plantare. Il tipo di intervento chirurgico utilizzato dipenderà dal livello di deformazione, dalla gravità dei sintomi, dall’età del paziente e dalla presenza di altre condizioni mediche associate. Dopo l’intervento chirurgico, potrebbe essere necessario indossare un gessoo un’apposita scarpa post-operatoria, per mantenere il piede nella posizione corretta fino a quando le ossa non si sono consolidate. Il piede piatto è una condizione fisiologia per tutti i bambini alla nascita. Generalmente questo disturbo è bilaterale, ma spesso un piede è più piatto dell’altro.

Operare il piede piatto del bambino?

  • piede piatto da alterazioni ossee
  • piede piatto da alterazioni muscolo-legamentose
  • piede piatto da alterazioni neuromuscolari.

Le cause del piede piatto sono elencate di seguito: Altri fattori Altri fattori che causano la pronazione del piede, dell’anca per esempio debolezza degli abduttori e ginocchio valgo.

In base alla causa che provoca il piede piatto, il paziente può sentire diversi sintomi: Il calcagno si può spostare e può premere sul perone (osso esterno della caviglia). I plantari apportano un grande sollievo al piede valgo pronato ma non sono risolutivi. Ben altro valore hanno le ortesi plantari dopo l’intervento chirurgico perché mantengono il reallineamento ottenuto. Il piede piatto (pes planus) è un’alterazione di tipo morfologico del piede caratterizzata da valgismo del retropiede e da una riduzione della cosiddetta volta plantare. bambino affetto da piede piatto, si noterà una deambulazione con le punte dei piedi in dentro sia con la scarpa che a piedi nudi, questo rappresenta il tentativo Dr. Pantaleo Giuseppe, medico osteopata-posturologo Il piede piatto valgo o pronato si riconosce dall’impronta lasciata a terra. Indicato in casi di : Tallonite, Metatarsalgia, Plantalgia del piede piatto, Algie plantari meccaniche, Fascite plantare. Il piede piatto nella fascia di età pediatrica è presente in circa il 90% dei bambini al di sotto dei 2 anni di età. Il piede piatto nella prima infanzia diviene così, nella maggioranza dei casi, una variabile della normale conformazione del piede nel bambino.

Il piede piatto ed il “piede pronato valgo”

  • essere create su misura in base all’appoggio del piede;
  • basarsi solo sul numero di scarpa;
  • essere confezionate in base al peso e alla lunghezza del piede.

Un recente articolo reperibile illustra un valido algoritmo decisionale per il pediatra che si trovi a diagnosticare un piede piatto nel bambino e debba decidere come procedere.

L’intervento dell’ortopedico, nel piede piatto, ha quindi come scopo quello di provare a prevenire patologie che probabilmente si svilupperanno poi in età adulta. Il piede del bambino è naturalmente piatto alla nascita e quando è piccolo. Nel bambino piccolo il piede piatto è la norma, sia perché il plantare è pieno di grasso sottocutaneo, sia perché i legamenti e la muscolatura del piede sono poco efficienti. La situazione del piede piatto, o piede valgo, su un bambino grandicello, può migliorare con l’esercizio quotidiano. La presenza del piede piatto nei bambini è del tutto normale e in alcune persone questa conformazione del piede tipica dell’infanzia non regredisce, permanendo anche in età adulta. Poi abbiamo la spina calcaneare, ma anche la fascite plantare, l’alluce valgo, le dita deformate a martello senza contare il piede piatto o cavo. Il collasso della volta plantare può essere dovuto a situazioni congenite (piede piatto del bambino) e acquisite (piede piatto dell’adulto). Nel bambino sano il piede e’ ancora piatto tra il 2º e 5º anno di vita e tende poi a correggersi spontaneamente nel 90% dei casi. Il piede piatto può essere causa di diversi problemi come l’alluce valgo o infiammazioni quali tendiniti e fasciti plantari. Il piede piatto viene generalmente diagnosticato quando insorgono dolori dovuti ai difetti della postura o dell’andatura. Esame podoscopico Quadro radiografico di piede piatto La grandissima parte dei piedi piatti infantili va incontro, intorno ai 6-7 anni di età, a correzione spontanea. Può trattarsi di un piede piatto che appare al momento della crescita con scomparsa della volta interna del piede quando si trova in appoggio. Infine, chi utilizza plantari ortopedici passivi, non cambia nulla della causa della deformità del piede acquisita. Queste scarpe sono molto adatte per me a causa del mio problema: un grave caso di piede piatto come dicono i medici. Con metatarsalgia intendiamo il dolore a livello delle ossa della pianta del piede (testa dei metatarsi) causato da una alterazione dell’assetto metatarsale. per piede piatto si intende una alterazione della fisiologica arcata plantare mediale e durante il carico si riduce troppo non riuscendo a sostenere il peso della forza di gravità. sin dai primi passi per migliorare la deambulazione del bambino sarà possibile confezionare plantari su misura o scarpe ortopediche qualora già in età pediatrica il piede fosse sintomatico.