Vinili rari e dischi vintage, quanto costa questa passione?

Posted on

Quando sembravano ormai destinati a scomparire, dopo l’avvento del cd e e dello streaming, i dischi a 45 o 33 giri sono tornati a essere di moda.

Ma i vinili d’epoca, quelli stampati prima dell’avvento del cd, che valore hanno? Tutti mi chiedono: “Ho trovato dei vecchi dischi in vinile in cantina, potresti dirmi quanto valgono?”. Attenzione ai dischi ristampati e ripubblicati in allegato alle riviste vendute in edicole, che pur se hanno una valutazione commerciale, sono da considerare di scarso valore collezionistico. E’ abbastanza semplice, in quanto il vinile all’interno della copertina (uguale alla stampa originale) reca la dicitura e il marchio di chi lo ha ristampato. Hai trovato in casa dei vinili di qualche parente e ti piacerebbe capire se si tratta di pezzi di valore o meno? Ma quali sono i dischi in vinile più introvabili, più costosi e rari? Possedere dischi che hanno fatto la storia della musica può essere non solo bello ma anche redditizio. Infatti ci sono dischi in vinile che possono valere anche migliaia di euro, grazie al successo che hanno avuto e ai cantanti e ai musicisti che li hanno incisi. Questo album del 1977 può far guadagnare 8.600 dollari, cioè oltre 7.000 euro, anche perchè quasi tutte le copie sono andate distrutte, tranne una dozzina al massimo.

Come si stabilisce il valore dei vinili rari

Realizzato dal sassofonista jazz afroamericano Hank Mobley, questo raffinato disco è uscito nel 1958 e vale quasi 10.000 dollari, oltre 8.000 euro.

E’ l’album di debutto del gruppo di Kurt Cobain nel 1989 e anche questo valere un bel gruzzoletto: 1.500 dollari, cioè oltre 1.400 euro. A consolare le nostre tasche, a parte i rari o addirittura rarissimi esemplari, i prezzi dei vinili non sono poi così proibitivi. Lotti e stock di vinili musicali, alla riscoperta del fascino del vinile Oltre all’aspetto sonoro, anche l’estetica è un punto in più a favore dei dischi in vinile. Nell’epoca del digitale e dello streaming, il fenomeno musicale più interessante sembra essere oggi quello del ritorno ai dischi in vinile. Il disco in vinile è insomma tornato di moda e rappresenta oggi una nicchia interessante anche per la case discografiche. Nella gallery trovate i 10 vinili con le quotazioni più alte della storia. Continuate a leggere per scoprire quali album sono rari, hanno un grande valore musicale e storico, e soprattutto sono un buon investimento! Alcuni di questi album sono apparsi nell’asta di vinili di Catawiki e quasi tutti valgono tanto.

Vinili rari e dischi vintage, quanto costa questa passione?

Smashing Pumpkins – Mellon Collie and the Infinite SadnessLe prime edizioni sono abbastanza difficili da reperire e uno di questi dischi in vinile raramente si vende per meno di €200.

Oggi tutti vogliono avere il CD ed il disco in vinile dei più grandi artisti di questi anni e le edizioni limitate originali valgono una fortuna. Se volete venderli, registratevi qui oppure visitate la nostra asta di vinili e investite nel futuro! Quanto valgono i vinili rari? Questi e altri interessanti interrogativi per coloro che hanno qualche decina di migliaia d’euro da investire in vinili rari. Le quotazioni dei dischi in vinile dipendono da una serie di fattori che in qualche modo hanno molto in comune con la numismatica. E’ divertente riflettere sul fatto che la musica incisa sul vinile stesso sia soltanto uno dei molti fattori che concorrono a stabilire il valore dei vinili rari. Particolari edizioni di certi dischi conservate in buono stato valgono molto più dello stesso disco nel packaging comune. Gli errori di incisione e di realizzazione in genere sono un discrimine importante per stabilire le quotazioni di un disco in vinile. Tutti i fattori che determinano il valore dei dischi in vinile vengono elaborati e messi in rapporto gli uni con gli altri fino ad arrivare alla vera e propria quotazione.

Se ho una collezione di vinili in casa o in cantina, quali caratteristiche devo guardare per capire se i miei dischi valgono davvero qualcosa?

Popsike ha commentato “forse il doppio del valore di tutti i vinili rari del progressive rock italiano degli anni settanta presi assieme”.

Il dolce suono dei vinili La tecnologia degli ultimi anni ha trasformato molti settori grazie alle continue innovazioni, dal telefono al PC, dalla fotografia alla musica. I vinili, supporti che sono stati per decenni i più apprezzati, si trovano rinchiusi in cantina e non più utilizzati a partire dagli anni ‘90. Manutenzione Possedere dei vinili significa anche prendersi cura di loro; l’utilizzo tende a usurarli e i graffi, come per i CD, sono comuni. I collezionisti sono tanti, da sempre, alla costante ricerca di LP nuovi, magari ancora imbustati, così come dei dischi rari non ristampati. 2 Raccogli tutti i vinili dei quali vorresti liberarti e preparati a ottenere un profitto dal tuo passato. I vinili con le superfici graffiate non hanno praticamente valore. Nell’epoca del digitale, dei supporti immateriali e dello streaming, il fenomeno musicale più interessante sembra essere oggi quello dei dischi in vinile. Per restare sul classico citerei poi la prima tiratura numerata del White album dei Beatles: ovviamente quanto più basso è il numero di serie, tanto più raro risulta il disco. Anche i cd, e in misura minore le audiocassette, hanno un loro mercato, sia pure ridimensionato rispetto al disco in vinile.

Prima di sbarazzarsi dei vinili rimasti sepolti in cantina è il caso di informarsi sul loro valore.

Pur essendo relativamente recenti, il loro valore cresce perché, negli anni dell’avvento del CD, non si stampavano molte copie in vinile. Più un disco è raro, quindi più vale ed entra nella classifica dei dieci vinili più costosi. Abbiamo scelto dieci vinili più costosi fra quelli maggiormente quotati. Quali sono i i vinili rari più costosi e introvabili del mondo? I dischi in vinile sono nati nel lontano 1948, e furono un’evoluzione del 78 giri. Tra i vinili più rari del mondo, al primo posto si colloca That’ll Be The Day/In Spite Of All The Danger dei The Quarrymen del 1958. Chiude la top ten della classifica dei vinili più cari, Would You Believe di Billy Nicholls, un LP del 1968. I vinili rari italiani più costosi sono legati alla musica rock progressive degli inizi degli anni ’70 e molti sono davvero poco conosciuti. Non compaiono nella classica dei più costosi ma restano tra i più ricercati dai collezionisti i vinili rari dei Litfiba, quelli di Celentano e Vasco Rossi. Morale: prima di fare qualsiasi acquisto in rete, affidatevi almeno a siti come dai quali potete desumere il , anche in base alle sue e alla sua sul mercato. Euro: giugno 2011 - settembre 2011 Flodale42 su Ebay Indubbiamente è un disco raro: statisticamente viene battuto su Ebay ogni due anni e in condizioni sempre Mint o EX+.